Dermal filler

FILLER

L’acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali del tessuto connettivo dell’uomo e dei mammiferi, chimicamente è un polisaccaride ed è in grado di conferire  alla pelle le sue particolari proprietà di resistenza e di mantenimento della forma. Una sua carenza determina un indebolimento della pelle promuovendo la formazione di rughe ed inestetismi cutanei. Accade infatti che con il passare del tempo la concentrazione di acido ialuronico presente nei tessuti diminuisce progressivamente e la cute quindi perde l’idratazione e la turgidità tipiche della giovinezza. La mancanza di acido ialuronico provoca infatti la formazione di rughe e grinze cutanee perché è una molecola altamente idrofila (trattiene liquidi), ed è per questo motivo che la sua concentrazione è direttamente proporzionale alla idratazione cutanea e quindi all’ aspetto giovane della pelle. Il tessuto connettivo ne contiene una buona percentuale, ma nel nostro corpo l’acido ialuronico è presente negli occhi (umor vitreo), nelle articolazioni e nei tendini, nel cordone ombelicale. La plasticità ed il turgore dei tessuti sono determinati dalla sua presenza come sostanza “cementante”; nelle fibre di collagene trattiene l’acqua garantendo l’adeguata idratazione, compattezza e turgore, costituisce una sorta di impalcatura della cute.

Sono disponibili in commercio diversi tipi di filler (sostanze adatte al riempimento delle rughe) con caratteristiche diverse. L’ acido ialuronico tra le sostanze iniettabili è  senza dubbio il più sicuro, non ha effetti collaterali, non richiede il test d’allergia, conferisce alla zona trattata un modellamento naturale temporaneo ( la molecola si riassorbe nel giro di  qualche mese). Altri filler hanno effetti permanenti e possono provocare delle reazioni indesiderate. In questo caso si viene a creare un problema di non facile risoluzione.

Il trattamento con acido ialuronico è indicato per:

• Aumento volumetrico delle labbra (paris lip, pienezza e turgore delle labbra, aumento o rimodellamento del filtro naso-labiale);

• Aumento volumetrico degli zigomi;

• Rimodellamento dell´ovale del volto (mento e angolo mandibolare);

• Riempimento delle rughe e dei solchi (per es. rughe naso-geniene);

• Correzione del “codice a barre” : Attorno alla bocca si formano rughe verticali dovute alla mimica, all’invecchiamento e al fumo. L’acido ialuronico riempie efficacemente queste rughe cancellando l’inestetismo.

• Esiti cicatriziali post-acneici o post-traumatici;

• Rinoplastica non chirurgica (correzione mediante filler di inestetismi del naso).

Il filler è effettuato in regime ambulatoriale, dura in media dai quindici a i trenta minuti a seconda delle zone interessate. Generalmente non è necessario effettuare alcun tipo di anestesia. Per il trattamento delle labbra, leggermente fastidioso, si puó utilizzare una pomata anestetica o la crioterapia, cioè l´applicazione di ghiaccio che è d´aiuto sia come anestetico topico sia per ridurre il rischio di edema e di ecchimosi. Nelle regioni trattate puó comparire un piccolo arrossamento di breve durata che si risolve spontaneamente in due-tre giorni. Nel frattempo si puó ricorrere all´utilizzo del trucco e riprendere le proprie attivitá.

Il risultato del trattamento è immediato e ha una durata media di sei-otto mesi. Al fine di ottimizzare e prolungare il risultato, si puó ricorrere a eventuali ritocchi “intermedi” da effettuarsi dopo circa sessanta-novanta giorni. Il riassorbimento del filler impiantato è infatti molto individuale, essendo legato alle abitudini quotidiane del soggetto. (stile di vita, fumo, fotoesposizione).

I vantaggi dell’ infiltrazione di acido ialuronico rispetto alle tecniche chirurgiche per il ringiovanimento e l’aumento di volume di alcune porzioni del viso, i filler hanno alcune differenze che li rendono non tanto il sostituto, quanto il complemento ideale per ottenere un viso liscio e dalle armoniche curve naturali.

In particolare i filler sono:

• ideali per ottenere un rimodellamento dolce e graduale

• ideali per un esito naturale

• adatti a chi teme interventi invasivi

• non implicano una preparazione chirurgica

• non invalidano le normali attività

• economici

Controindicazioni

Allergia documentata al materiale da iniettare.

Gravidanza o allattamento.

Herpes simplex in fase attiva nella zona da trattare.

Malattie dermatologiche autoimmuni o collagenopatie.

Coagulopatie (disfunzioni della coagulazione del sangue).

Complicanze

Ecchimosi per interessamento di un piccolo vaso si verifica soprattutto in pazienti che hanno assunto nella settimana precedente il trattamento acido acetil-salicilico (aspirina) o farmaci anti-coagulanti.

Edema in particolare si puó verificare dopo l´impianto di acido ialuronico nelle labbra, è comunque una complicanza transitoria e di breve durata.

Formazione di noduli cutanei o granulomi tardivi si puó verificare solo con dermal filler non completamente riassorbili e non con acido ialuronico.