Lifting del viso

LIFTING DEL VISO

Il lifting del viso (o facelift), propriamente chiamato ritidectomia, è l’intervento più noto e praticato per eliminare la lassità cutanea e le rughe e per ringiovanire i tratti del viso. Questa tecnica di chirurgia estetica aiuta ad eliminare le rughe importanti con l´asportazione della cute in eccesso, sospendendo lo strato muscolare sottostante. L´intervento di lifting del viso può essere limitato ad una parte del viso (lifting delle guance, lifting del collo) oppure esteso a tutto il volto.

Perché sottoporsi ad un intervento di lifting del viso

Col passare del tempo il volto perde il suo volume e la cute, oltre ad assumere un aspetto non più giovanile, tende a cedere sotto l´effetto della gravità e della lassità dei legamenti, dando luogo alle rughe del viso. Quando ci si sente insoddisfatti del proprio aspetto, se il volto risulta invecchiato e stanco, si può decidere consapevolmente di ricorrere alla chirurgia estetica. L´intervento di lifting del viso migliora l´aspetto del volto, ripristinando volumi e forme tipiche per un immagine più giovane. La persona candidata al lifting del viso deve essere psicologicamente matura, essere cosciente delle proprie motivazioni e avere un atteggiamento realistico circa le aspettative di ringiovanimento del viso. Con l´intervento di lifting si possono correggere e migliorare le rughe tra l’angolo del naso e quello della bocca (solchi naso-genieni e naso-labiali), le rughe sulle guance e quelle sottili sul labbro superiore, le guance cadenti e gli zigomi svuotati e  che determinano una perdita dei contorni. Al lifting del viso è possibile associare anche il lifting del sopracciglio qualora sia necessario intervenire chirurgicamente anche sull’arcata sopracciliare se risulta cadente o abbassata. In caso di rughe della fronte, della regione glabellare o del contorno occhi (le cosiddette “zampe di gallina”) un consulto con il chirurgo può far capire che tipo di procedura utilizzare in associazione all’intervento di lifting  per raggiungere un risultato ottimale.

In cosa consiste l´intervento di lifting al viso

In genere il lifting del viso viene effettuato in anestesia generale o locale con sedazione. Nel lifting del viso si procede a rimuovere la cute in eccesso e a riposizionare in maniera naturale quella restante.  Il sistema muscolare profondo del volto (cioè il sostegno delle strutture del viso) viene riposizionato e messo in tensione. Possono essere aggiunte procedure che migliorano alcuni aspetti del viso, come iniezioni di grasso per aumentare i volumi. Le cicatrici conseguenti dall´intervento di lifting al viso sono per la maggior parte situate in zone poco visibili (regione retroauricolare) o fra i capelli; la piccola cicatrice davanti al padiglione auricolare diviene normalmente impercettibile nello spazio di poche settimane.

Decorso post-operatorio del lifting del viso

Il tipo di anestesia, i tempi di degenza, la frequenza delle medicazioni, l´epoca della rimozione dei punti dipendono dal singolo caso clinico e dalla tecnica impiegata di lifting al viso. E’ necessario mantenere un bendaggio intorno alla zona operata per 2 giorni. I punti di sutura saranno rimossi su consiglio del chirurgo nelle visite di controllo. Entro due settimane dall’intervento di lifting del viso è possibile ritornare alle normali attività quotidiane e dopo quattro settimane a quelle sportive.

L’aspetto finale che viene ricercato è quello più naturale possibile. Il risultato di lifting del viso è soddisfacente fin dai primi tempi, anche se alterato dall´inevitabile gonfiore post-operatorio, che però regredisce in fretta. Per alcuni giorni dall’intervento di lifting del viso permangono lievi lividi, ma le cicatrici risulteranno praticamente invisibili, si dovrà solo evitare l´esposizione al sole per una durata stabilita con il chirurgo. Il risultato definitivo è raggiunto dopo due-tre mesi dall’intervento di lifting del viso. L´intervento dona ringiovanimento al viso di almeno dieci anni, ma poiché è possibile rallentare il processo di invecchiamento e non arrestarlo, la durata dei risultati dipende prevalentemente da fattori genetici e dallo stile di vita della persona.

Le rughe del viso: lifting e non solo

L’effetto di ringiovanimento del viso ottenibile con il lifting viene spesso potenziato dall´associazione contemporanea o successiva di altre tecniche: un intervento di liposuzione regionale (mento e collo), di blefaroplastica delle palpebre superiori ed inferiori, di rinoplastica e di mentoplastica. Le piccole rughe superficiali o altri piccoli difetti come le macchie, che non possono essere corretti con l´intervento di lifting del viso, possono essere migliorati, a seconda dei casi, con terapie complementari come l´impianto di acido ialuronico, l´impianto di grasso prelevato da un´altra regione corporea (lipofilling), l´innesto di derma, la dermoabrasione, il peeling chimico e la laserterapia.

Rischi e complicanze del lifting del viso

Il lifting del viso è oggi un intervento molto sicuro. Ecchimosi di varia intensità, che possono estendersi fino alla base del collo, si riassorbono entro due settimane, mentre la comparsa di un ematoma (raccolta di sangue all´interno dei tessuti scollati) nelle prime ore dopo l´intervento di lifting del viso è una rara possibilità. La sensibilità della pelle, in particolare del lobo dell´orecchio e della regione pre-auricolare, potrà rimanere alterata per un periodo variabile, anche di qualche mese, ma solo raramente in modo permanente. In alcune aree si può manifestare un indurimento dei tessuti che può durare alcuni mesi dall’intervento di lifting del viso, per poi risolversi totalmente. Il rischio di sofferenza delle ferite è maggiore nei forti fumatori. Nessuna di queste complicanze condiziona, comunque, il risultato finale dell’intervento di lifting del viso.